lunedì 28 maggio 2012

LONTANO OTTIMISMO

Avere il blocco non è affatto semplice..se non riesci piu' a parlarti tra le penne ,stai migliorando sicuramente, no?
Passavi tempo stremato a macinare lettere su questo pc, come su un vecchio foglio mezzo strappato, in modo da espellere in qualche maniera quel bruco di merda che ti coltivava da mesi, questo malanno,di buio infernale che pareva inguaribile.
Le vie di fuga erano infinite,ma tu non le riuscivi a guardare,neanche da vicino..parallele ti giravano di fianco, roteavano nell' aria canticchiando e facendoti innervosire.Miliardi di volte.
Stavi immobile,nel quotidiano,a osservarle,sempre cosi da lontano,senza mai riuscire a sfiorarle.
Ora, le tracce ferme del buio rimangono segnate,come un' autocura.Il rimettersi a leggerle nelle notti mancate puo' far male..come le lacrime che non sai manco piu' versare....
....ma se non riesco piu' a scrivere,ci staro' danzando,questa volta.
 Un ballo lento, che forse progredirà in uno sfrenato rock.

Nessun commento:

Posta un commento